rimuovere amalgama

L’amalgama, il famoso composto usato a base di mercurio usato dai dentisti per “otturare le carie, è dannoso per la salute e quindi oggi quasi tutti i dentisti hanno scelto di usare alternative più sicure e meno inquinanti per l’ambiente. Tuttavia ci sono milioni di persone solo in Italia che hanno una o addirittura una decina di amalgami in bocca con seri rischi per la salute.

In diversi articoli ho esposto i pericoli per la salute associati alla presenza dell’amalgama in bocca che attacca principalmente il cervello, il sistema nervoso e le vie urinarie, e che possono essere così riassunti:

  • schizofrenia
  • anemia
  • anoressia
  • colite
  • depressione
  • dermatite
  • instabilità emotiva
  • mal di testa, cefalea ed emicrania
  • calo dell’udito
  • ipertensione
  • mancanza di concentrazione
  • deficit della memoria
  • sapore metallico
  • tremori
  • infiammazione vie urinarie
  • danni renali

L’amalgama rilascia mercurio ed è tossica

Questo è un estratto del mio libro “Dionidream Tutta l’Energia della Natura” in cui spiego a fondo la questione (e a cui rimando per tutte le soluzioni proposte) con la relativa bibliografia scientifica.

“Molti (dentisti inclusi) pensano che l’amalgama non rilascia il mercurio in bocca e che quindi sia sicura, oppure altri dicono che ormai dopo 10 anni ha rilasciato tutto e perciò non valga la pena toglierlo. In realtà il rilascio di mercurio dagli amalgami avviene in tre modi:

  1. vapori rilasciati in bocca a temperatura ambiente e inalati;
  2. minuscole particelle che si staccano dall’amalgama e vengono inghiottite;
  3. ioni metallici che attraversano i denti arrivando fino all’osso della mascella.

Di seguito alcuni fatti che dimostrano che il mercurio viene rilasciato in bocca e assorbito dall’organismo.

  1. Qualsiasi lega metallica basata su legami di ossigeno, introdotta nel corpo, è pericolosa in quanto l’ossigeno, potente ossidante, permette ai metalli della lega il rilascio di ioni che interferiscono con le reazioni biochimiche dell’organismo. L’ossidazione dell’amalgama dentale, rende possibile il sopraggiungere di infezioni soprattutto alle vie urinarie.
  2. “Gli amalgami contengono in media da 1 a 5 grammi di mercurio. Si è visto che almeno il 50% del mercurio degli amalgami viene rilasciato entro 5 anni e l’80% dopo 20 anni. «Facciamo i conti: supponiamo che un amalgama contenga in media 1 grammo di mercurio, ovvero 1.000 milligrammi, ovvero 1.000.000 mcg. In media, in bocca ne abbiamo 8, dunque 8 grammi. Dopo 5 anni, studi referenziati ci indicano che il contenuto di mercurio è calato del 50%; dunque 4000 milligrammi non sono più nelle otturazioni; dove sono andati? Sono più di 200 mcg/giorno di vapori intraorali!». Fonte: Dottor Antonio Miclavez, Pagine di Odontoiatria naturale, Amon Ed.
  3. Nel 1979 fu dimostrato che masticare una gomma per 15 minuti causava in individui con amalgami un aumento fino a 17 volte di vapori di mercurio in bocca.⁴⁰ Vedi Figura 3.
  4. Il dott. Grant Layton della Layton Dental in California ha fatto un video in cui mostra come gli amalgami rilascino mercurio tossico nell’organismo continuamente mentre si mangia, si lava i denti e si beve (soprattutto cibi acidi come il caffè).
  5. Uno studio intitolato Intra-oral air mercury released from dental amalgam dimostra che chi ha gli amalgami ha una concentrazione di mercurio in bocca 9 volte superiore a chi non ne ha.
  6. Max Daunderer, ex professore di Tossicologia presso l’Università Tecnica di Monaco, nel 2000 ha pubblicato tre volumi dal titolo Manuale di Intossicazione da Amalgama, basati sulla sua esperienza su oltre 25.000 casi di vittime dell’amalgama. I problemi più frequenti che ha osservato in questi pazienti erano: disfunzioni neurologiche; aumento dello stress ossidativo; carenza di enzimi; problemi dermatologici; problemi psicologici e comportamentali (tra i principali depressione, ansia e sonno disturbato). Nel 1990 ha presentato alla Corte di Francoforte una denuncia nei confronti del maggiore produttore tedesco di amalgami dentali, la Degussa. Il procedimento si è concluso con un accordo nel 1997 in cui la Degussa ha accettato di sospendere la produzione di amalgami in Germania e di pagare 1.200.000 marchi (pari a circa 600.000 euro) da destinare alla ricerca su materiali odontoiatrici alternativi. Max Daunderer, difendeva l’amalgama fino a quando una bambina di dieci anni si è trovata in coma e come unica causa ha scoperto che era l’avvelenamento da mercurio dovuto a cinque otturazioni in amalgama. Da allora Daunderer ha dimostrato l’avvelenamento in più di decine di migliaia di pazienti. Migliaia di persone nel mondo muoiono per un attacco cardiaco o di un ictus a causa dell’amalgama secondo il tossicologo. Il fatto è che il check-up dei metalli pesanti non viene fatto negli ospedali: i pazienti devono rivolgersi a cliniche private.
  7. Un altro problema praticamente sconosciuto anche ai più esperti è che tutti i materiali metallici fungono da antenna per l’elettromagnetismo circostante e quindi amalgami e impianti dentali inducono delle correnti in bocca che disturbano il sistema elettrochimico dell’organismo. Il tipico sapore metallico in bocca è il risultato di questa corrente indotta ma talvolta essa può arrivare a disturbare anche il nervo ottico e l’udito (vedi per esempio gli acufeni). Si può facilmente misurare la differenza di potenziale tra la mucosa e l’amalgama e in alcuni casi questo valore raggiunge i 500mV, una tensione enorme se si considera che bastano 95mV per disturbare il sistema nervoso!
  8. Uno studio del 2008 ha inoltre dimostrato che «la risonanza magnetica e la radiazione a microonde emessa dai telefoni cellulari rilasciano in modo significativo il mercurio dall’amalgama. Infatti la saliva è un buon elettrolita e può aumentare il rilascio del mercurio dall’amalgama dentale dovuto proprio all’induzione di queste correnti galvaniche.

“Se avete qualcosa che è stata messa nella vostra bocca e che non potete gettare nel cestino dei rifiuti senza violare le leggi sulla protezione ambientale, non c’è motivo di portarsela in giro. Non c’è motivo di rischiare tanto. Non c’è motivo di esporre la gente ad un qualsiasi livello di mercurio se non necessario.”

Dottor Boyd Haley, Università del Kentucky

Come rimuovere l’amalgama dalla bocca

Sempre più studi odontoiatrici consapevoli dei rischi per la salute dell’amalgama dentale si sono specializzati nella rimozione protetta dell’amalgama e nell’uso di materiali compositi per l’otturazione delle carie.

E’ importante infatti cercare un dentista esperto nella rimozione protetta dell’amalgama per evitare che vapori e particelle di mercurio siano assorbite dal paziente risultando inducendo effetti negativi sulla salute. Viene usato un aspiratore periorale ad alta portata e delle dighe per sigillare le aree intorno al dente con amalgama, per citare solo alcuni accorgimenti specifici usati.

Lista dei dentisti che effettuano la rimozione protetta dell’amalgama

Questa è una lista parziale dei nominativi che sono a nostra conoscenza. Se conosci un valido professionista che non è qui presente segnalacelo che aggiorneremo l’articolo.

Dottor Antonio Miclavez
Udine – Via Liruti, 12 interno 3
Telefono +39 0432 229496
Sito: https://studiomiclavez.com/page17/contatti.html


Dottor Federico Ronchi
Milano – Via Giorgio Jan 5
Telefono: 02 /29533431
Sito: https://www.bioral.it


Dottor Bobbie Beckman
Bassano del Grappa (VI) Via Orazio Marinali, 85
Telefono: 0424 525322
Sito: https://www.bobbiebeckman.it


Dottor Avesani Federico
Verona – Via Albere, 80 C
Telefono: 045 8104220
Sito: https://www.studioavesanifederico.it/


Dottor Alessandro Pugliese
Roma VIALE PALMIRO TOGLIATTI, 1463
Telefono: 06/4060526


Dottor Andrea Barile
Alba (Cuneo) – Viale Vico, 8
Telefono: 0173 362978
Sito: https://www.studiodottorbarile.com/contatti/


Dottor Antonio Dell’Aglio
Bari – Piazza Giulio Cesare, 30
Telefono: 080 5563637
Sito: https://antoniodellaglio.com/


Dottor Vito Pipino
Bari – Via G. Matteotti 6
Telefono: 080 5530485
Sito: https://www.digipuntura.it/


Dottor Volfango Perotti
Terni, Via Barbarasa 23 – Telefono: 0744/428142
https://www.biovoma.it/web/generiche/protocollo-rimozione-amalgama.html


Dottor Antonino Di Benedetto
Palermo (PA) – Viale De Gasperi Alcide, 38 – Tel/fax 091/51295
https://www.biodont.it/index.php?option=com_phocagallery&view=category&id=10&Itemid=53


Dottor Raimondo Pische
Chioggia (Venezia) – Via Giovanni da Verrazzano 58
Telefono: 041 5540222 – Email: [email protected]
Sito: https://www.aiob.it/


Dottor Stefano Montironi
Sant’Arcangelo di Romagna (Rimini) – via dante di Nanni 50
Telefono: 3886508047
Sito: https://www.facebook.com/dentistarimini/


Prof. Dott. Lieta Giovanni Luigi
– Brescia: Torre Athena Via Orzinuovi 20 tel/fax +39 0303533196 –
Cell 3484397757
– Malonno: Via IV Novembre 25 tel/fax +390364635105
Mail: [email protected][email protected]
[email protected]
https://www.studiolieta.it/contatti.html


Dottor Roberto Facecchia
Mesagne (Brindisi) – Via Togliatti Palmiro, 7
Telefono: 0831 778408, 0831 778778


Dottor Federico Rotunno
Marghera (Venezia) via Scarsellini 22a
Telefono: 041 937587


Dottor Patrizio Turina

– Mantova – c/o Dott. Sabbioni, Via Ilaria Alpi, 4 Mantova

Villafranca di Verona – c/o Dott. Lolli, Via Nino Bixio, 5

Telefono 3479439192 – Email [email protected]


Dottor Aldo Amato
Via Roma ,73 – 35010 Borgoricco (PD) – telefono 049 579 84 52 – fax 049 579 80 08
https://www.studiodentisticoamato.it/it/home.html


Dottor Frank van Uffelen
Piazza Aldo Moro 7 – 21037 Ponte Tresa – ITALIA
Tel +39 0332 550055 – Fax +39 0332 553000
https://www.studiodentisticopontetresa.com/


dott. Luigi Gentile
SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP) Via Formentini,74
Telefono: 073583920
Sito: https://www.dottorgentile.com/igiene_orale/Rimozione_amalgama.htm


Dr. Fausto Boschi
Roma Via Prenestina, 369d
Telefono: 062593189
Sito: https://www.faustoboschi.it/


Ambulatorio Odontolos
AMBULATORIO MEDICO ODONTOIATRICO – Direttore Sanitario dott. Enrico Cipriani
Via dei Prati Fiscali, 201 – Scala A interno 1 – Roma
Telefono +39.06.88.64.00.14 – Fax +39.06.88.38.58.26
https://www.odontolos.com/amalgama.html


Studio di odontoiatria olistica>
via Farneti 10, Milano
Tel: 02/21116373 o 3405887128
https://www.naturopatiadentale.it/dentista-olistico-milano/dentista-milano-via-farneti-10


dott. Ivo Fornasiero
Peraga di Vigonza via Germania, 6 tel 049 21 37 346 info urgenze: cell 348 226 83 83
https://www.odontoiatraivofornasiero.it/contatti.html


ULTERIORI CONSIGLI SULLA RIMOZIONE DELL’AMALGAMA

  • Gli amalgami vanno a rimossi in protocollo protetto, non più di 1 al mese, a prescindere dall’intossicazione cronica, perchè dopo 7-10 anni al massimo, si ossidano e possono creare infezioni croniche specialmente alle vie urinarie, comunque 4 amalgami potrebbero già creare problemi, perché l’avvelenamento cronico avviene a causa dell’accumulo, nel tempo, di piccole quantità di elementi tossici che non possono essere espulsi dal corpo.
  • E’ importante sapere e capire perchè, secondo il prof. Daunderer, è necessario farsi estrarre i denti devitalizzati dopo aver tolto gli amalgami, senza dimenticare poi che sono quasi tutti restaurati in amalgama, ma in quelli incapsulati non si può vedere. Ho discusso del pericolo dei denti devitalizzati in “Il tumore è scomparso dopo aver rimosso il dente devitalizzato 5 anni prima”, Le Devitalizzazioni possono causare il cancro?, Il 97% dei malati di cancro ha avuto questo trattamento dentistico.
  • E’ necessario seguire una terapia chelante, ovvero una disintossicazione dai metalli pesanti. Esistono rimedi naturali di efficacia comprovata come descritto in Come e perché disintossicarsi dai Metalli Pesanti ma può essere molto utile rivolgersi ad un professionista come il dott. Gerardo Rossi presso la Mineral Test che poi al termine della bonifica della bocca, riuscirà a disintossicare l’organismo completamente, in modo naturale, senza assumere farmaci, riequilibrando gli oligoelementi, che opera anche a distanza sempre presentarsi in sede.
  • Un bravo dentista non deve fare assumere chelanti o altre sostanze prima e durante la rimozione, per evitare di peggiorare la situazione, dato che i metalli non possono essere eliminati finchè ci sono fonti tossiche, insomma bisogna evitare di farli andare in circolo, perchè poi, nella maggior parte, vanno ad accumularsi nelle cellule perennemente.
  • Qualche dentista dice di fare rimozione protetta usando gli ultrasuoni, ma è una falsità, anzi è più pericoloso: si tratta soltanto di un sistema nuovo di frantumazione dell’amalgama, cioe’ invece del classico trapano, usano gli ultrasuoni.
  • Come materiale sostitutivo all’amalgama il più usato è il cosiddetto “composito”, forse meno bello esteticamente della ceramica o porcellana che sono indubbiamente i materiali migliori, ma molto meno costoso, comunque non è vero che non è resistente, non è vero che contiene elementi tossici… tutte chiacchiere messe in giro da chi si ostina a difendere l’amalgama al mercurio.

I seguenti libri sono un materiale interessantissimo con analisi accurate sul pericolo dell’amalgama..per chi volesse ulteriori conferme..

Il Dente Avvelenato
“La Sindrome da Metalli Tossici e il rebus della tossicità degli amalgami dentari”
Voto medio su 1 recensioni: Buono
Atti del Convegno Odontoiatria Tossica Odontoiatria Vitale
Scopri come ciò che hai in bocca influisce sulla tua salute – Approcci e soluzioni Biologici e Frequenziali per la salute della bocca e il benessere generale

Per approfondire

Avete un’otturazione in Amalgama? E’ tossica, danneggia il sistema nervoso e tutti gli organi!

La radiazione del cellulare favorisce il rilascio di mercurio nel corpo dalle amalgame

Come il mercurio causa processi neurodegenerativi cerebrali

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni