parmigiano legno

Nonostante i nostri sforzi per essere in buona salute, spesso ci si affida ai cibi preconfezionati che sono veloci da consumare e si conservano a lungo. Ma c”è un grave scandalo alimentare che è esploso di recente e potrebbe cambiare il nostro rapporto con uno dei prodotti più consumati al mondo: il parmigiano.

Verso la fine del 2012, l”FDA ovvero l”agenzia americana che controlla il cibo, ha avviato un”indagine su un”azienda americana che distribuiva il parmigiano ed invece è stato scoperto che il prodotto conteneva 0% parmigiano ma risultava essere una miscela di alternative economiche come cheddar, emmental e mozzarella miscelate insieme con cellulosa artificiale, un agente anti-agglomerante ottenuto dalla pasta di legno.

Secondo Bloomberg, che ha fatto trapelare la notizia, l”azienda è stata multata pesantemente ma non finisce qui. Bloomberg...

... ha effettuato delle analisi di laboratorio su dei prodotti in commercio dichiarati come 100% parmigiano grattugiato ed ha scoperto una realtà inquietante: tutte contenevano cellulosa del legno all”interno, per una quantità fino a più dell”8%! I portavoce di ogni marca ha dichiarato a Bloomberg che stanno facendo delle indagini interne…

La cellulosa è un polisaccaride naturalmente presente nelle pareti cellulari delle piante“, dice Jess Cording, un dietista di New York. “La FDA lo vede come generalmente sicuro per il consumo umano, quindi viene usato come agente anti-agglomerante, stabilizzante e riempitivo. Anche se una piccola quantità non può essere acutamente dannosa, gli esseri umani non hanno l”enzima per digerirlo, quindi può essere un problema l”indice glicemico.

La linea guida accettabile, tuttavia, è che la cellulosa può compensare il 2-4 percento di un prodotto alimentare. Josh Axe, famoso medico americano, aggiunge:

“Le persone che consumano frutta e verdura mangiano cellulosa su base giornaliera, ma il problema si verifica quando viene aggiunta cellulosa sintetica agli integratori di fibre o negli alimenti trasformati per migliorare la loro consistenza. Questa cellulosa non ha i nutrienti presenti in natura che invece la cellulosa ha, e può effettivamente devastare il sistema digestivo. “Purtroppo, un etichetta non corrispondente al vero permette alle aziende di vendere prodotti che non sono esattamente quello che dichiarano di essere, ed accade comunemente.

Insieme a questo recente scandalo del parmigiano vanno anche ricordati quello dello sciroppo d”acero, olio d”oliva e salmone che sono alcuni dei casi più comuni di frodi alimentari. A parte il fatto che i consumatori stanno pagando, e quindi, sprecando denaro su prodotti alimentari che non sono quello che sostengono, molti di questi prodotti sono abbastanza sani in forma pura, per cui i consumatori che credono di fare le scelte più sane potrebbero effettivamente vedere danneggiata la loro salute. A titolo di esempio, l”olio d”oliva è un incredibile grasso sano per il cuore che combatte i radicali liberi e migliora la salute del cervello. Ma, molti oli di oliva convenzionali sono in realtà un miscuglio di sostanze scandenti che generano infiammazione, ostruiscono le arterie ed anche geneticamente modificati”.

Avevo già accennato a questo scandalo del legno nel parmigiano nell”articolo 8 verità sul cibo da far venire i brividi! ma molti commenti ritenevano impossibile questa notizia. Ora è ufficiale. E’ difficile dire quali marchi scegliere dato che dall”etichetta non è possibile trovare alcuna informazione dato che non viene riportato e non ci sono indagini sui prodotti commercializzati in Italia. Comunque basta guardare la consistenza e il colore per capire che alcuni sembrano sintetici (lucidi e scintillanti) mentre altri sembrano più naturali (e spesso costano di più).

La notizia è apparsa anche sui media italiani come LaStampa che ovviamente rassicurano la genuinità dei nostri prodotti, ma io non mi fiderei per nulla considerati gli scandali del pomodoro cinese scaduto nelle passate di pomodoro e l”olio di semi nei container inquinati venduto per olio di oliva, o i recenti pezzi di metallo trovati nel pane in commercio.

Il mio consiglio in generale è di non consumare il parmigiano perché per la mia esperienza e quella di moltissime persone, stanno meglio non mangiandolo. Puoi approfondirne le motivazioni in 8 Motivi Scientifici per Eliminare i Latticini dalla propria Dieta e I nutrizionisti di Harvard eliminano latte e derivati dalla guida per l”alimentazione sana.

Queste indagini non fanno altro che farci capire chiaramente che dobbiamo sempre di più evitare i prodotti processati per ritornare ad una alimentazione semplice, naturale e locale.

Registrati per
continuare a leggere
Compila il form qui sotto con il tuo nome ed email e potrai leggere gratuitamente più di 2000 articoli approfonditi sul benessere naturale. Avrai inoltre accesso esclusivo a 4 eBook gratuiti e al nostro gruppo di supporto.
Accetto la Privacy Policy

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni