congiunzione pianeti

Quando i Pianeti fanno la leva, il tappo salta! Congiunzione tra Venere e Plutone quadrata a Giove.

Segnalo un transito molto interessante che si profila sul nostro fine Cielo di Novembre.

Il giorno 25 novembre Venere si congiungerà a Plutone in Capricorno quadrando Giove in Bilancia.

Un transito da tenere d’occhio perché abbastanza esplosivo, soprattutto visto il clima socio politico che si sta vivendo.

Partiamo proprio dal suo significato socio-politico. Già Plutone in Capricorno sta mostrando come molti scandali vengono a galla per effetto della sua volontà a scoprire i complotti. Venere che bacia Plutone è un po’ come la bella che si innamora dell’uomo di potere attratta dal potere più che dall’uomo.

E’ un transito che ripropone un vecchio schema: il potere che attira i soldi e la...

... bellezza…ma questa volta Giove dalla Bilancia si oppone.

Giove può essere il padre, ma è anche il seme, i figli. Un no che viene dalla base, in Bilancia, che chiede giustizia ed equità.

Ho cercato di cogliere spunti anche dai Simboli Sabiani e il risultato è che ci sono due forze in chiaro contrasto: la tendenza alla circolarità degli schemi, quindi la tendenza degli avvenimenti a ripetersi esattamente allo stesso modo, finché una forza che interrompe questa circolarità si oppone e impone un cambiamento.

Lo schema che abbiamo di fronte in questo momento è quello del potere che “compra” facendo annusare il profumo di interessi che non si sa se arriveranno mai, dell’inganno diabolico costruito su una parvenza di legalità, di convenienza di miglioramento che in realtà spoglia del potere più grande che abbiamo: la nostra libertà.

Questo transito è chiaramente una spinta a difendere la Verità che sta dietro l’inganno. Non so come questo si possa manifestare a livello sociale. Il problema della quadratura di Giove è che più che presa di coscienza parla di esasperazione. Quindi sperando che non accada nulla o che al massimo succeda qualcosa tipo “scandalo virtuale” o simili, vi invito ad tenere alto il vostro livello di attenzione e ad evitare di trovarvi in situazioni “esplosive” proprio quel giorno.

Tutto questo, solo ridotto di dimensioni, dovrebbe accadere anche nelle vostre vite. In questi giorni potreste scoprire inganni (o se li avete fatti voi essere scoperti), potreste non sopportare più gli “abusi di potere” anche velati. Se questo accade sappiate che c’è la volontà da parte del Cielo di insegnarci a “giocare a carte scoperte” ovvero imparare a dire la verità, anche quando può sembrare andare contro i nostri interessi.

La verità non è quella cosa fanciullesca dove si dice tutto di sé, anche le cose più intime. La verità è la capacità di esporre una cosa per quella che è.

Alla base di questo atteggiamento, come sempre, c’è la responsabilità.

Il mio bene è il tuo bene, se parto da questo concetto la truffa non ha più motivo di esistere. Se inganno te inganno me stesso.

Nel momento in cui ottengo  un vantaggio causando un danno a qualcun altro questo mio atteggiamento starà già predisponendo eventi futuri perché io possa comprendere il mio errore per cui, prima o poi, mi troverò a dover prendere coscienza di ciò che ho causato ad altri.

Nell’era moderna questo atteggiamento di falsità e bugia è talmente diffuso che abbiamo creato una Società “infernale” dove il dolore è la costante sensazione.

La bugia non è solo quella tendenza a convincere gli altri delle nostre falsità, anche quando neghiamo un sentimento, quando non abbiamo il coraggio di esprimerlo, quando giudichiamo nostra madre e a causa dell’astio che proviamo per lei soffochiamo le nostre esistenze, quando non perdoniamo la fragilità di nostro padre, quando non ci facciamo muovere da compassione.

Tutto questo ci allontana dalla nostra verità che si esprima con la libertà, e la libertà si esprime al meglio con la responsabilità.

Ecco che in tutto questo venerdì prossimo abbiamo una grande opportunità. Cerchiamo di riconoscere le falsità che viviamo quotidianamente, quelle che noi raccontiamo a noi stessi e quelle che gli altri ci propinano.

Impariamo a pretendere da noi stessi di vivere nella Verità. Facciamo questo esercizio interiore.  Se vogliamo vedere un cambiamento fuori, cominciamo a pretendere da noi stessi ciò che desideriamo vedere realizzato.

Opponiamoci alle falsità che arrivano da dentro di noi che quelle che arrivano da fuori. Se volete potete cominciare facendo un atto di ammissione, dite a qualcuno una verità scomoda.

La rivoluzione vera parte da noi!

Copyrighted.com Registered & Protected 
1SSP-PSK4-FUAS-6OTG

Registrati per
continuare a leggere
Compila il form qui sotto con il tuo nome ed email e potrai leggere gratuitamente più di 2000 articoli approfonditi sul benessere naturale. Avrai inoltre accesso esclusivo a 4 eBook gratuiti e al nostro gruppo di supporto.
Accetto la Privacy Policy

Riproduzione vietata. Questo articolo ha solo fine illustrativo e non sostituisce il parere del medico. Non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento. Termini e Condizioni